Galleria Trincia - La morte di Procri - Giorgio Ghisi seguici su facebook

La morte di Procri - Giorgio Ghisi

ST-3515

La morte di Procri - Giorgio Ghisi


La Morte di Procri. Bulino del 1546. Misura della parte incisa cm 39 x 56,2. Esemplare nel decimo stato di undici (Bellini 6 X/XI), prima della censura dei nudi. La scena, tratta dalle Metamorfosi di Ovidio, mostra la disperazione di Cefalo, il quale piange la morte di Procri, trafitta da una lancia. Buona impressione, in ottimo stato di conservazione, stampata su carta vergata con filigrana "giglio in cerchio singolo". Da un soggetto di Giulio Romano, incisa da Giorgio Ghisi conosciuto anche come Giorgio Mantovano (Mantova, 1520 – 1582), è stato un incisore italiano. Figlio di Ludovico Ghisi, mercante originario di Parma trapiantatosi a Mantova e fratello di Teodoro, si ispirò alle opere di Marcantonio Raimondi, arrivando a sviluppare uno stile caratterizzato da un intenso chiaroscuro. Nel 1550 visitò Anversa per lavorare nella bottega di Hieronymus Cock, per poi tornare a Mantova, dove operò per tutta la vita.

Prezzo su richiesta




Torna Su